Trasferirsi alle Canarie. Dazi Doganali

Published by

Posted on 23 novembre 2016

canarie-dogana

Trasferirsi alle Canarie significa anche:

fare le cose necessarie per non pagare i dazi doganali per l’importazione degli effetti personali, mobili usati, autovetture e moto.

Se vuoi trasferirti alle Canarie devi tener conto del particolare regime fiscale che prevede, per la merce commerciale, l’applicazione della sola imposta IGIC del 7% alle merci importate di origine comunitaria o preventivamente nazionalizzate. La base imponibile è data dalla somma del valore dichiarato ai soli fini doganali e delle relative spese d’invio.

Anche gli effetti personali sono soggetti alla stessa imposta, ma è possibile chiederne l’esenzione presentando un’istanza alla Dogana sempre che la residenza alle Isole Canarie risulti acquisita da meno di un anno.

Contattaci per un consulenza GRATUITA

 

Per trasferirsi alle Canarie e inviare dall’Italia effetti personali :

  1. Copia del  NIE del proprietario della merce, documento paragonabile al Codice Fiscale italiano.  E’ richiedibile nella sede di uno dei commissariati della Policia Nacional e dovrà successivamente essere registrato nel database di “Hacienda” (Agenzia Tributaria ) presentando il Mod. 030. L’attivazione può essere effettuata anche per via telematica. Il NIE è un documento essenziale per l’espletamento delle pratiche doganali nelle Isole Canarie destino.
  2. Copia del  certificato di residenza “ Certificado de Empadronamiento “.
  3. Fattura pro-forma che dettaglia gli articoli in corso di spedizione e il loro valore ai soli fini doganali.
  4. Copia del passaporto o carta d’identità e codice fiscale italiano.
  5. Dichiarazione dell’esportatore che delega il dichiarante doganale a destino a curare la pratica di importazione della propria merce.

Per trasferirsi alle Canarie e inviare autovetture e/o motocicli è necessario:

  1. Libretto di circolazione e CDP  (certificato di proprietà) del veicolo.
  2. Dichiarazione del proprietario dell’autoveicolo che delega lo spedizioniere italiano a curare, in suo nome e conto, la pratica di esportazione del mezzo.
  3. Fattura pro-forma che riporta il il numero di telaio, il numero di targa, il peso del mezzo e il suo valore ai soli fini doganali. Le imposte sulle importazioni variano secondo la potenza fiscale, l’anno di immatricolazione e il valore del veicolo. Il valore potrà essere rilevato su apposite tavole redatte dalla locale Tax Autority.
  4. Dichiarazione giurata di  messa in sicurezza del veicolo in cui il proprietario conferma di imbarcare il mezzo con serbatoio vuoto e  batteria scollegata.
  5. Che il veicolo o la moto non sia soggetti a fermo amministrativo e che  abbiano  passato con successo l’ultima revisione.

Contattaci per un consulenza GRATUITA

 

NOTE IMPORTANTI:

  • come per gli effetti personali, per trasferirsi alle Canarie, anche per le auto e le moto, è possibile presentare istanza d’esenzione al pagamento dell’imposta IGIC qualora risultino di proprietà del richiedente da più di sei mesi e non sia passato un anno dalla data di iscrizione riportata sul certificato di residenza.
  • L’invio di quadri e / o tappeti é sottoposto a nullaosta delle Belle Arti italiane.
  • Dichiarazione messa in sicurezza del veicolo

Contattaci per un consulenza GRATUITA